Da noi è attivo il nuovo servizio di Holter pressorio, per il monitoraggio della pressione arteriosa nelle 24 ore!

martedì, settembre 15, 2015

Intolleranza e celiachia: 10 sintomi rivelatori.


Si stima che solo in Italia ci siano 3 milioni di persone intolleranti al glutine, e che questo numero sia destinato a crescere. E' ormai appurato, inoltre, che moltissime persone soffrano di intolleranza e non ne siano neppure a conoscenza. 
Va fatta distinzione tra #intolleranza al glutine e #celiachia vera e propria. Nel caso della celiachia. infatti, il glutine è in grado di scatenare una reazione del sistema immunitario, che si traduce in un attacco all'intestino del soggetto.
Le persone intolleranti al #glutine, invece, potrebbero non saperlo nemmeno, poiché questo problema si manifesta con sintomi che possono essere facilmente fraintesi, come il mal di testa ed i dolori addominali.
Ecco un elenco di 10 segnali che potrebbero essere ricollegati all’intolleranza al glutine e che dovrebbero farci allarmare.
1. Gonfiore, #diarrea, costipazione o semplici dolori allo stomaco, possono tutti essere indizi di un'intolleranza, magari leggera, al glutine. Altro campanello, un po' più a lungo termine, possono essere le variazioni di peso. Spesso le intolleranze al glutine possono comportare delle variazioni rapide del peso, sia come perdita che come repentino aumento.
2. Cheratosi pilare, (nota anche come ‘pelle di pollo’ sul retro delle braccia) che si verifica sia per una carenza di acidi grassi che per la carenza di vitamina A, causate da un malassorbimento del glutine che danneggia l’intestino. Ci sono sintomi cutanei che sono direttamente collegati all'intolleranza al glutine, anche se non è sempre facile identificarli o capirne davvero le motivazioni, che possono dipendere da tanti fattori. Un buon metodo può essere prendere nota di questo tipo di manifestazioni cutanee, per cercare quantomeno di tenere sott'occhio il sintomo e i suoi progressi e cambiamenti.

3. Sensazione di #stanchezza, #sonno e #annebbiamento della mente dopo aver mangiato un pasto contenente glutine. Se il corpo è costretto a degli sforzi extra per digerire una grande quantità di glutine, probabilmente la reazione che sentiremo sarà una sorta di #spossatezza. Per questo chi soffre di intolleranza, potrebbe sentirsi molto stanco subito dopo il pasto.


4. La diagnosi di una malattia autoimmune come la tiroidite di Hashimoto, artrite reumatoide, colite ulcerosa, lupus, psoriasi, sclerodermia o sclerosi multipla.

5. Sintomi neurologici quali vertigini o sensazione di perdere l’equilibrio.

6. Squilibri ormonali, come PMS, sindrome dell’ovaio policistico o infertilità inspiegata.

7. Emicrania e #malditesta

8. La diagnosi di affaticamento cronico o fibromialgia (queste diagnosi indicano semplicemente che il  medico non è ancora stato in grado di individuare la causa scatenante di questa vostra fatica o dolore).

9. L’infiammazione, gonfiore o dolore alle articolazioni, come dita, ginocchia o fianchi. Spesso le persone intolleranti soffrono alle articolazioni, dove possono avere formicolii o veri e propri dolori. Anche questo può essere un utile indizio.

10. Ansia, depressione, sbalzi d’umore. La fatica o il malessere possono creare uno stato di #nervosismo. Per questo lo sforzo di un metabolismo intollerante al glutine potrebbe comportare nervi tesi. Sintomo analogo è quello di una “confusione” in testa, o un mal di testa, sempre subito dopo il pasto.