Da noi è attivo il nuovo servizio di Holter pressorio, per il monitoraggio della pressione arteriosa nelle 24 ore!

mercoledì, maggio 15, 2013

I FARMACI DA PORTARE IN VIAGGIO

L’estate è alle porte ma prima di partire, la domanda che ci attanaglia è sempre quella "Cosa metto in valigia?". Che si tratti di una vacanza al mare o in montagna, ci si augura sempre di non dover ricorrere alla cassetta del pronto soccorso, ma essere previdenti è certamente una buona abitudine.



Ecco quindi un piccolo vademecum su come organizzare il kit di pronto soccorso, evitando quindi, in caso di necessità, di abbandonarci all’improvvisazione del momento. Chiaramente non è possibile fornire una composizione adatta a tutti ed in tutti i luoghi, per questo Vi suggeriamo una composizione generica da valutarsi prima di ogni viaggio.

Nel contenitore destinato ad ospitare il Vostro kit di pronto soccorso, abbiate cura di non riporre pillole sfuse, ma solo confezioni con data di scadenza.

Nel caso in cui siate affetti da patologie individuali (es. diabete, ipertensione, coronaropatie) è consigliabile che le Vostre medicine vengano riposte in un contenitore separato dal kit, in maniera che possiate averle più rapidamente a portata di mano.

Potrebbero tornare utili:
  • Farmaco anti-chinetosi: ovvero per la nausea legata al mezzo di trasporto (mal d’auto, mal di mare, mal d’aria). In farmacia sono disponibili in gomma da masticare, compresse, cerotti, braccialetti e confetti omeopatici.

  • Antipiretico: ovvero per la febbre. Il principio attivo più utilizzato è il paracetamolo, disponibile in gocce, sciroppo, compresse, formulazioni effervescenti od orosolubili, supposte. Spesso all’estero il paracetamolo viene identificato con il sinonimo acetaminofene.

  • Antinfiammatorio ad uso orale, meglio se già utilizzato in passato, affinché siano noti i dosaggi e la risposta del proprio organismo, da utilizzarsi per mal di testa, mal di denti, dolori articolari, etc.

  • Antinfiammatorio per uso topico: per dolori articolari localizzati, in seguito a distorsioni, contusioni o strappi. Disponibili in creme, gel, schiume o cerotti medicati.

  • Antiacido: per combattere i disturbi della digestione come bruciore, gonfiore, acidità. In commercio sono disponibili sciroppi e compresse masticabili, ma anche rimedi omeopatici o fitoterapici di buona efficacia.

  • Digestivo: per correggere il senso di peso gastrico.

  • Antibiotico ad ampio spettro.

  • Fermenti lattici: per prevenire o curare la dissenteria, oltre che per sostenere una eventuale terapia antibiotica. Da preferire forme termostabili, ovvero che non risentano delle variazioni di temperatura e che possibilmente non necessitino della conservazione in frigorifero.

  • Venotonico in gel: per dare sollievo alla pesantezza ed al gonfiore delle gambe (es. dopo viaggi in aereo, dopo lunghe camminate).

  • Repellente per insetti: in lozione, crema, spray.

  • Crema per punture di insetti, possibilmente antinfiammatoria ed antipruriginosa.

  • Protezione solare e trattamenti per piccole ustioni.

  • Collirio rinfrescante e/o decongestionante, possibilmente in confezionamento monodose.

  • Fazzolettini disinfettanti, garze sterili e cerotti per piccole ferite.
  • Antidiarroico: per contrastare la dissenteria.
  • Lassativo: per agevolare le situazioni di stitichezza occasionale del viaggiatore. Disponibili in supposte, microclismi, compresse, granulati effervescenti ed anche in formulazioni fitoterapiche per uso orale.
  • Antistaminico ad uso orale: in caso di allergie, riniti allergiche, manifestazioni cutanee pruriginose (es. dermatiti da contatto).

  • Integratore salino: in caso di sudorazione profusa, gastroenteriti o diarree protratte.

  • Termometro.

  • Misuratore di pressione.
A questo punto non ci resta che augurarvi un Buon Viaggio!